Concorso Nazionale di Poesia "Ugo Foscolo" - VI Edizione - 2012

Poesia: "Una spiga verde" -  3° Premio

bothome.jpg (4069 byte)

 




 

Una spiga verde 

In un campo di spighe dorate, or chine,
or dritte, accarezzate da un venticello,
di scirocco, strette in una frenetica
danza, si ode ascoltar il cinguettio
di mille cardellini,
la sinfonia di mille violini.

 Tra loro ne scopro una ancora verde,
china come se sentisse l’emozione
del mio tatto, delle mie carezze.
Vorrei farla mia, ma non posso.
Per puntiglio, la lascio lì,
la prenderò un altro dì. 

Ripasso dopo. Quel campo
di spighe dorate, è stato mietuto,
il cuore si contrae, le mani tremano,
gli occhi si bagnano, quella dolce
sinfonia non si sente più,
quella spiga verde … non c’è più! 

 

Camminando tra aride zolle, tra cadute,
rialzate, stanco e avvilito, par sentir
una voce sussurrare  qualcosa.
Mi giro, vedo la spiga verde,
illuminata da un raggio di sole,
contornata da una, cento, mille viole. 

Mi chino su di lei, la raccolgo, la tengo
fra le mani. Ho da dirle tante cose, ma,
aspetto che sia lei a dirmi di osar
a sfogliarla, di gustare i suoi chicchi,
mangiar il suo pregiato grano,
dolcemente, così …piano-piano!  

Un forte vento di maestrale,
porta via quella spiga verde.
Se ne và così …  senza far rumore
ancor prima che nascesse un amore. 

2012 Giuseppe Cardella